FILM DELLA PRIMA BIENNALE DEL CORTOMETRAGGIO VICENZA 2017


TITOLO

No one pukes in haven

PAESE: Stati uniti

DURATA: 14’

REGIA: Katja Benrath, Florian Hirshemann, Daniela Sandhofer

ANNO: 2014

GENERE: Drammatico

SINNOSSI: Sapendo che il cancro sara’ presto li, si lacera, una bambuina e la madre tentano di assicurarsi del tempo rimanente di vivere la vita al massimo.
TITOLO

A seriuos commedy

PAESE: Spagna, Paesi Bassi, Iraq

DURATA: 30’

REGIA: Lander Camarero

ANNO: 2014

GENERE: Grottesco

SINNOSSI: Nizar Rawi direttore dell’iraq schort film festival stanco di non ricevere mai commedie per il suo festival ha deciso di realizzare una per cercare di stimolare la produzione di questo genere nel suo paese.
TITOLO

Me and my mouton

PAESE: Norvegia, Canada

DURATA: 14’

REGIA: Torill Kove

ANNO: 2014

GENERE: Animazione Drammatico

SINNOSSI: Ambientato nella meta’ degli anni 60 in norvegia racconta la storia di una bambina di sette anni che desidera ardentemente una bicicletta e dell’imbarazzo sociale provocato dalle scelte poco convenzionali dei suoi genitori.
TITOLO

Afterglow

PAESE: Germania

DURATA: 12’

REGIA: Filmsweetrassproduction

ANNO: 2014

GENERE: Docavventura

SINNOSSI: E’ un film dedicato allo sci, realizzato per philips, tutte le scene sono state realizzate di notte, con le montagne, le piste, sciatori immersiin luci colorate, afterglow riflette sul cambio di stagione utilizzando i colori per mostrare come la luce puo’ completamente trasfigurare un’esperienza.
TITOLO

Aubade

PAESE: Svizzera

DURATA: 6’

REGIA: Mauro Carraro

ANNO: 2014

GENERE: Animazione

SINNOSSI: Un sole nero si alza sul lago lemano, in controluce surreale, alcuni bagnanti e uccelliaquatici, assistono allo spettaccolo dell’alba ipnotizzati, dalle note di un violinista.
TITOLO

Autos portraits

PAESE: Francia

DURATA: 4’

REGIA: Cloude Cloutier

ANNO: 2015

GENERE: Animazione

SINNOSSI: Autos portraits e’ un vorticoso valzer automobilisticosulle note di “que sera, sera, auto spensierate saltellanoin tutte le direzionimentre la nera melma che le alimenta viene incessantemente pompata dalla madre terra.